Fiere

boot 2018 Relazione Finale: Altissima affluenza al boot Düsseldorf

boot 2018 Relazione Finale: Altissima affluenza al boot Düsseldorf
  • L’appuntamento internazionale del settore conferma la propria posizione di leader sul mercato mondiale
  • Cresce il numero dei giovani
  • Beach World inaugurato nel nuovo padiglione con un numero record di visitatori

Il boot Düsseldorf quest’anno chiude i battenti con un risultato record: 1.923 espositori provenienti da 68 paesi hanno presentato su una superficie espositiva di 220.000 metri quadrati yacht, barche e accessori per tutti i settori degli sport acquatici. Commenta il CEO della fiera Werner M. Dornscheidt:

“Questo è un risultato unico nel settore. Non esiste altra fiera degli sport acquatici che come la boot riesca a rappresentare l’intero mercato mondiale in tutta la sua varietà.”

Un andirivieni frenetico ha animato i corridoi dei 16 padiglioni fieristici e con 247.000 visitatori provenienti da 94 paesi (2017: 242.000 visitatori) il boot 2018 ha ribadito in modo chiaro la sua posizione numero 1. Il salone nautico ha registrato un ulteriore aumento dei visitatori internazionali. In testa ai paesi di provenienza si piazzano i Paesi Bassi, seguiti da Belgio, Svizzera, Italia, Austria e Francia. Gli esperti d’oltreoceano provenivano per lo più da USA, Cina e Australia.

Petros Michelidakis, direttore del boot, descrive la situazione in modo univoco:

“La nostra strategia di internazionalizzazione continua del boot ha avuto successo. Ora ne riscontriamo i risultati nella struttura dei gruppi di visitatori. C’è stata inoltre una svolta generazionale e i visitatori del boot sono visibilmente più giovani.”

Il salone riesce infatti a coniugare in modo eccellente gli elementi del salone nautico classico con quelli di un moderno evento all’insegna degli sport di tendenza e del divertimento. Il nuovo “Beach World” con la sua vasca da 65 metri nonché l’onda statica “THE WAVE” hanno rappresentato un vero catalizzatore dell’attenzione del pubblico giovane.

Jürgen Tracht, amministratore dell’associazione Bundesverband Wassersportwirtschaft, illustra la situazione del settore:

“L’economia degli sport nautici sta cavalcando l’onda del successo e il boot 2018 lo ha confermato in modo inequivocabile. Essa rappresenta il motore del settore e fornirà un vigoroso contributo al carico di lavoro dei costruttori nel prossimo anno. Con l’ottima stagione 2017 è proseguito l’andamento positivo degli ultimi anni. Le elevate aspettative sono state soddisfatte. Il settore degli sport acquatici è in pieno fermento. “

La situazione economica generale positiva si ripercuote sull’economia marittima di tutta Europa. Partendo dall’impulso fornito dal boot Düsseldorf, i costruttori del segmento di nuove imbarcazioni prevedono significativi aumenti di fatturato. In questo contesto, sia nel settore delle barche a vela che di quelle a motore, si registra una chiara tendenza verso gli yacht più grandi.

Richiesto come non mai, sia da parte degli espositori che da parte dei visitatori, il padiglione 6 degli yacht di lusso. Il padiglione, occupato fino all’ultimo metro quadro, ha offerto al visitatore uno splendido quadro di lussuose bellezze. I costruttori evidenziano in generale un crescente interesse per gli equipaggiamenti elettronici sofisticati degli yacht e le idee pregiate in materia di design d’interni. La categoria di acquirenti nel settore yacht di lusso diventa decisamente più giovane, dal momento che cresce il numero di giovani facoltosi che desiderano investire in imbarcazioni costose e vivere il tempo libero sull’acqua. Nel frattempo i cantieri navali vantano un ottimo numero di commesse e dal boot 2018 si aspettano altri impulsi positivi.

Nei nove giorni di fiera, l’eccellente affluenza nei padiglioni dedicati alla vela ha garantito un vivace andirivieni. A catalizzare l’interesse del pubblico soprattutto i grandi yacht a vela superiori a 60 piedi nonché i catamarani a vela. I costruttori hanno soddisfatto tale interesse esponendo una quantità mai vista prima di yacht a vela nel segmento grandi imbarcazioni.

Secondo il parere unanime degli espositori presenti nel Beach World il trasloco nel padiglione 8a è stato un pieno successo. Le statistiche confermano questa percezione: con quasi 110.000 ospiti che hanno assistito allo spettacolo “THE WAVE” e 1.500 visitatori, che hanno provato personalmente a cavalcare l’onda, sono state superate quasi del 10% le cifre dell’anno precedente. Il particolare concetto del Beach World, – rilassanti atmosfere dei Mari del Sud, molta azione in acqua e numerose star a portata di mano – ha convinto anche nel nuovo padiglione. Un momento clou è stata la visita dell’icona del surf Robby Naish nel primo weekend del boot. “La mia ultima visita al boot risale a 15 anni fa. Pazzesco, ciò che si è fatto da allora. La citywave nel padiglione è veramente ottima per tutto il nostro sport e spingerà ancora più giovani a praticare gli sport d’acqua. Se sarà possibile vorrei esserci anche il prossimo anno.” Semplicemente “esserci”, è questa l’ambizione che ha spinto numerosi visitatori ad affollare il Beach World. Hanno approfittato delle numerose proposte di attività, infilato le tute in neoprene messe a disposizione e non hanno temuto di bagnarsi per bene. La vasca e l’onda statica “THE WAVE” di Citywave (R) sono stati pertanto presi letteralmente d’assalto. L’ispirazione è stata fornita dai numerosi professionisti di diverse discipline sportive di tendenza giunti fin lì. Nei fine settimana, durante i Wave Masters, surfisti e stand-up-paddler hanno dato spettacolo con manovre radicali sull’acqua. Ottimo il successo di pubblico anche per le due nuove attrazioni, il Tow-in windsurfing e il foilboarding. Nella vasca più lunga anche lo show di wakeboard ha entusiasmato i visitatori con audaci salti e manovre.

Il nuovo Dive Center nel padiglione 3, allestito come un centro caraibico di attività subacquee, ha acceso nei visitatori la voglia di mare e di immersioni. L’allestimento aperto con consulenza diretta sul materiale da sub ha riscosso un ottimo successo soprattutto presso i principianti. Ai sub esperti le giornate tematiche degli espositori, che presentavano gli ultimissimi computer, orologi e indumenti da sub, hanno offerto un’ottima occasione per ottenere informazioni e testare il materiale.

Allo stand della campagna START BOATING promossa dalla BVWW, i principianti hanno ricevuto consigli e suggerimenti per la scelta della giusta imbarcazione e sulle regioni tedesche più belle per la pratica degli sport d’acqua.

Altro settore molto richiesto del salone, gli houseboat e le destinazioni marittime. Per la prima volta, nel padiglione 14, è stato proposto con il Travel World un forum speciale su temi quali viaggi, charter, vacanza in houseboat e crociere. Hanno calamitato l’attenzione del pubblico temi quali “Il primo charter nautico come velista”, consigli sul cabin charter o l’intera gamma di proposte sul “Vivere sull’acqua”.

Il prossimo anno, dal 19 al 27 gennaio 2019, il boot Düsseldorf celebrerà il suo 50° anniversario.



boot Düsseldorf
Il boot Düsseldorf, il più importante salone della nautica e degli sport acquatici del mondo, rappresenta ogni anno a gennaio il luogo d’incontro d’eccellenza per l’intero settore.
Location: • DE - Germany Duesseldorf
Sito web: boot.de
Social Media:
Photos / Videos: boot Düsseldorf & Foto: Messe Düsseldorf / ctillmann
Lingue:
Tutti gli articoli su boot Düsseldorf ...
tedesco
inglese
spagnolo
francese
italiano
Ogni rivista ha un contenuto diverso. L’edizione principale è in Inglese.



Circa l'autore

norbertomoreau

Norberto Moreau è cofondatore de Allied Management Ltd Consulenze Gruppo (Hong Kong, Regno Unito, Spagna). Il gruppo ei suoi associati hanno attività in Yachting, Proprietà e Servizi online.
Attività con progetti propri (70%) / consulenza (30%).

Norberto Moreau è a disposizione di Business Consulting in tutto il mondo per fiere, regate e cantieri, ecc
Maggiori dettagli nel CV (en)
Contatto: EmailModulo di contatto.